TRA PANDEMIE E VACCINI, I GATES!

In tempo  di COV-19 si è tornati a discutere della terribile pandemia che durante la prima guerra mondiale  fece, non  come la vulgata ufficiale vuole tra i 30 e 50 milioni di morti ma  100! Al ribasso. Purtroppo mancano parte dei registri ufficiali conservati negli archivi nazionali e del ministero della guerra statunitensi. La data, autunno 1917 si conosce  attraverso la lettura di documenti militari ove si parla di casi di  influenza anomala. Altra cosa sulla quale nel corso degli  anni  si discettato è l’ origine, la paternità della pandemia che flagello’  l’ Europa ma non solo; pertanto nella  nostra narrazione  partiamo dalla culla ove il flagello nacque. Nell’immagine in evidenza si possono ammirare uno stuolo di volontarie della croce rossa intente ad assemblare mascherine protettive. Era l’ autunno del 1917,  Ci troviamo negli USA a Boston per l’ esatezza e  l’ epidemia di ” spagnola” era già iniziata. Dunque! Abbiamo parlato di culla e  ogni culla che si rispetti ospita un neonato il quale ha una coppia di genitori e per stare al passo coi tempi il nostro “neonato” ha due babbi, il genitore 1 era FRDERICH TAYLOR GATES, nonno del più noto Bill, col vezzo di  rubare e brevettare le idee altrui alla faccia di chi lo narra come uno che si è fatto da se! Il genio del garage: è probabile che si sia fatto da solo nel garage ma di qualcos’altro.  Il genitore 2, rispondeva al nome di PETER OLITSKY, sul quale sorvoliamo per concentrarci su Frederick Gates del quale si traccia in breve il suo cursus honorum. F. GATES si formò alla Università di ROCHESTER ove vi compì gli studi  di teologia, 1880, 1888. Gates inizia il suo ministero nella chiesa Battista di MINNEAPOLIS.  L’ incontro con  JOHN D. ROCKEFELLER, miliardario, petroliere filantropo.  F. Gates in occasione di una sua iniziativa di raccolta fondi per la sua comunità scrisse al petroliere che rimase colpito dal contenuto della lettera di quel ministro Battista. ROCKEFELLER ricevette FREDERICK GATES che intuì subito quali vantaggi avrebbe potuto trarre da quel nuovo incontro che prese subito toni confidenziali; ROCKEFELLER rimase affascinato dalla mente acuta e brillante di quel Pastore di anime il quale non perse tempo e suadente come un serpente disse al filantropo; ” la tua fortuna si sta accumulando! Sta rotolando giù come una valanga! Se non la controlli  finirà  collo  schiacciare te!  I tuoi figli e figli dei tuoi figli! Devi distribuirla più velocemente di quanto cresca!”. Capito il discorsetto della volpe?!. Per chi non è informato  e, non è  obbligatorio esserlo, sulla fiscalità americana, le donazioni negli , USA  abbassano l’ imponibile, un’esempio pratico Bill Gates grazie alle donazioni fatte a se stesso attraverso società di amici degli amici e del figlio, ha risparmiato nel 2017,  4, 500 miliardi di dollari di tasse! Non donando praticamente 1c! Utilizzando il metodo che ha utilizzato col nostro governo prima Berlusconi che ha garantito, manco fosse danaro suo! la copertura della donazione per i vaccini di Gates sino al 2026! al quale subentrerà la donazione di CONTE sino  al 2030! A insaputa degli Italiani che continuano a suicidarsi! E bypassando il Parlamento. gli corrisponderà 150 mln di euro all’ anno!: Chi scrive glieli corrisponderebbe all’ ano sotto forma di rettoscopio ma non spalmati in 30 anni, ma in un’ unica soluzione). Torniamo a nonno Gates che fu appassionato lettore di testi di medicina, economia e sociologia.  Talmente appassionato che nella sua mente iniziò ad accarezzare l’ idea di istituire, col denaro di Rockefeller, una struttura di ricerca dotata dì uomini  con idee e inventiva che lavorassero a ricerche e scoperte  scientifiche. Convinse Rockefeller a istituire una fondazione attraverso la quale fare donazioni che avrebbero  equilibrato la fiscalità del multimiliardario petroliere indirizzandolo sulla ” donazione” scientifica. Fu così che nacque il ROCKEFELLER INSTITUTE FOR MEDICAL RESEARCH. Fu il primo centro negli USA dedicato esclusivamente alla medicina sperimentale: genesi della  “spagnola”; il primo caso nel Kansas; la documentazione trovata in archivio è incompleta, ciò che si apprende dai documenti è che a 4.700 soldati venne inoculato un siero estratto da equino: lo sì trova nella relazione dello stesso GATES, ( clicca pdf ). Ì   soldati che ricevettero la mistura svilupparono un’ infezione batterica polmonare da streptococco. Quei soldati infetti furono inviati in Europa, a combattere! Ma non sbarcarono a mani vuote, portarono con loro anche la mortifera mistura dono della fondazione ROCKEFELLER, e dello scienziato per caso ma pastore di anime per mestiere, FREDERICK TAYLOR GATES!: Se non altro morivano col ” conforto” religioso. Le casse contenenti i vaccini furono donate al governo inglese che si fece carico, bontà loro, di distribuirlo. Misture assemblate  con criteri dì sicurezza  facilmente intuibili per gli standard del tempo sia sotto il profilo igienico che della conoscenza scientifica, GATES era un religioso anche se appassionato lettore di testi di medicina, è come se uno dopo aver guardato qualche serie televisiva tipo medici in corsia, un bel mattino si presenta in reparto affianco al primario durante il giro. Pare quasi di vederlo mentre stola in una mano coda di un cucchiaino  nell’ altra  prelevare secrezioni nasali da soggetti infetti e mescere il tutto col siero equino. MINISTERO DELLA GUERRA USA; I registri dell’esercito, dimostrano i decessi a seguito della somministrazione del “vaccino”, fatto provato anche dal rapporto del segretario alla guerra, USA, HENRY L. STIMSON, che verificò personalmente i decessi: 63, ai quali si aggiunsero 28.585 casi di epatite come conseguenza diretta della vaccinazione contro la febbre gialla durante i soli 6 mesi di guerra. I registri dell’ esercito svelano anche che,  dopo che la vaccinazione divenne obbligatoria  nell’ esercito  degli USA, si registrò non solo un’ aumento del tifo ma di tutte le malattie vaccinali ad un ritmo esponenziale e allarmante. I medici dell’ esercito sapevano che l’ esplosione incontrollata delle malattie e, morte come conseguenza, erano dovute alle vaccinazioni e furono onesti nel dichiararlo nei loro referti concludendo che quando cercarono di sopprimere i sintomi ad esempio del tifo con un vaccino più ” forte” , questo causò una forma più grave di paratifo tifoide. E quando crearono un vaccino ancora più potente al fine di sopprimere il batterio, crearono una influenza detta spagnola: inizialmente dettero la colpa ai tedeschi ). : I vertici dell’ esercitoti e medici militari ritennero Gates responsabile della pandemia. Tutti i documenti e le immagini inerenti la pandemia di “spagnola” qui pubblicati, sono tratti  dagli archivi nazionali dei vari  Stati  e dall’ archivio del ministero della guerra Statunitensi che si ringraziano. Di RITA  CABRAS.    jem2030803

Pizzardone americano regola il traffico durante la ” spagnola”

visiting-doctor-letter

449

south-beach-patients-book

Frederick Gates, religioso, osservante praticante la teoria del collega, il pastore anglicano, Robert Malthus. Teoria basata sul controllo della crescita demografica. Fu fautore del posticipo dell’ età matrimoniale, della continenza sessuale. Fu fortemente contrario ad ogni  forma di assistenza ai poveri e a portatori di disabilita’, era favorevole all’ eugenetica. Frederick Gates trasmise questi insegnamenti ai figli che a loro volta li inculcarono nei loro figli uno dei quali è BILL GATES.
Seattle, ambulanze e volontarie durante la spagnola.
Rapporto militare sulla spagnola
Direttive di Washington sull’ influenza di ” spagnola”.
Spagnola; telegramma food administration.
Spagnola; telegramma agente della riserva Indiana.
Spagnola; presidio sanitario pubblico. L’ immagine dice tutto sulla gestione della malattia.
Spagnola; avviso di chiusura scuole e luoghi pubblici.
Spagnola; telegramma dell’ esercito.
Spagnola, Seattle. Poliziotti con mascherina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *