ALDO MORO GLADIO E L’ AGENTE G71 IN MISSIONE PER CONTO DEL GOVERNO

A proposito di Gladio e la sua controversa esistenza grazie ai mistificatori di professione si dà conto in questo sito di una serie di documenti postati dall’ agente G71 o meglio il sig. Antonino Arconte destinatario del documento del ministero della difesa ove si autorizzava l’ agente G71, a reperire informazioni atte alla liberazione dell’ On. Aldo Moro 14 gg. prima che questi fosse rapito e la mattanza di via Fani compiuta! L’ agente G71, il sig. Arconte è oggi un servitore dello Stato  che si trova in pericolo di vita essendo, si crede, l’ ultimo dei soldati gladio rimasti in vita essendo tutti i suoi commilitoni e superiori deceduti in circostanze, si dice, quantomeno dubbie! Ma che non si fatica a credere essendovi anche 10 ragazzi, commilitoni, scelti e addestrati durante la leva per missioni speciali. Sono 9 militari più la fidanzata di uno di essi; tutti morti in incidenti casuali? Nessuno se non i familiari e chi scrive, per averlo appreso dalla madre di uno di questi ragazzi, tutti ventenni! Né è a conoscenza, è stata notata la strana coincidenza ma ne è stata attribuita la responsabilità al destino cinico e baro. Erano gli anni 90. ( clicca su download per visualizzare i documenti: digita nella finestra di ricerca della pagina;  gladio e nato la vera storia delle origini. Buona lettura e, grazie per il tuo commento se vorrai lasciarlo      

L’ assassino di ALDO MORO e le operazioni smeraldo e topazio
Documento dove si invita a non fornire agli inquirenti notizie riguardanti il caso MORO
Documento della difesa ministero della difesa ove si autorizza l’ agente G71, a cercare informazioni atte alla liberazione dell’ On ALDO MORO 14 giorni prima del suo rapimento. Il documento rivelatosi autentico, fu fatto periziare da Paolo VI, il mesto massone.
Cablo dei servizi inglesi, datato 17 marzo 1978. Nel documento si legge che a seguito di espressa richiesta pervenuta da Roma praevio telegramma tramite ambasciata, si dicono disponibili ad inviare 2 agenti del SAS e, 20 granate stordenti. Si legge ancora; si sta provvedendo all’ invio a mezzo aereo, questa sera o nel corso della mattina di domani. Dunque! Da Roma parte una richiesta di aiuto subito accolta ed evasa! I 2 agenti del SAS con le 20 granate stordenti: sicuramente da utilizzare per fare irruzione nella prigione dov’era tenuto Aldo Moro per liberarlo senza spargimento di sangue), arrivano a Roma ma non vennero utilizzati; perché?! E chi! Chiese aiuto agli inglesi?!

downlodownloadfile-3 adfile-3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *